Nasce da un’idea di Pascal La Delfa, presidente della Onlus “Oltre le Parole” il premio Giulietta Masina

Nasce da un’idea di Pascal La Delfa, presidente della Onlus “Oltre le Parole” il premio Giulietta Masina, rivolto agli artisti impegnati nel sociale.

Il premio vuole conferire un riconoscimento ad un’artista che, oltre alla sua rilevanza professionale, abbia un‘importante attenzione in prima persona verso il mondo del “Sociale”.

Per la prima edizione del premio, tenutosi ieri sera nello straordinario scenario di Villa Giulia – oggi sede del Museo Nazionale Etrusco di Roma– è stata scelta l’attrice Anna Foglietta, Madrina dell’ultima edizione del Festival del Cinema di Venezia e artista nota per ruoli teatrali e cinematografici molto coerenti con le tematiche sociali, ma che innanzitutto è Presidente della onlus “Every child is my child” composta da tante persone dello spettacolo che si sono spese a sensibilizzare l’opinione pubblica dicendo “Basta” alla guerra in Siria e che è a sostegno di organizzazioni nazionali, europee e internazionali a difesa dei diritti civili dei bambini, alla promozione di campagne di sensibilizzazione e informazione rivolte all’opinione pubblica e ad ogni soggetto pubblico istituzionale o privato sui temi legati all’infanzia, di attività di raccolta fondi a sostegno di bambini in stato di difficoltà economica e sociale, di disagio o di salute precaria anche a causa di conflitti locali o emarginazione di ogni tipo.

La serata condotta dalla giornalista RAI Baba Richerme, nota voce di Radio Rai esperta del mondo cinematografico, ha visto la partecipazione di numerosi ospiti -rigorosamente distanziati nel rispetto delle normative di sicurezza Covid-19-  e di  Simonetta Tavanti, nipote di Giulietta Masina che ha consegnato il riconoscimento.

“Dedicare un premio alla Masina – ci spiega La Delfa – non solo è doveroso, ma emblematico per tanti motivi, i personaggi da lei interpretati sono spesso rimasti in secondo piano, “ultimi” o addirittura “emarginati”ed il  motivo per cui abbiamo deciso di dedicare un premio alla sua arte è perchè riteniamo che sia fondamentale per un’artista potersi “esporre” e impegnarsi in prima persona per poter fare materialmente qualcosa rispetto alla Società. E noi crediamo molto nel valore dell’arte come strumento per poter migliorare il mondo”

Giulietta Masina è stata, ed è un’icona del cinema mondiale.

Musa ispiratrice e moglie di Federico Fellini, ha recitato in molti capolavori magici e visionari del  Maestro, “Le notti di Cabiria”, “La strada”, “Ginger e Fred” solo per citarne alcuni. L’eccezionale  forza della Masina risiedeva nella  sua capacità di interpretare la meraviglia , la confusione, la felicità frenetica e infantile, nonché la tristezza di un clown

Ha interpretato numerosi film, diretta da grandissimi registi: con Duvivier ne “La Gran Vita” con Alberto Lattuada in “Senza pietà” con Edorado De Filippo in “Fortunella”.

Senza dubbio ha lasciato un’impronta indelebile nella storia del cinema italiano ed internazionale.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Teresa Gargiulo

Teresa Gargiulo, giornalista iscritta all’Ordine del Lazio. Salernitana di origini, romana di adozione. La sua formazione nasce all'interno di testate giornalistiche nazionali e si perfeziona con studi specifici in scienze politiche e in comunicazione. Appassionata di viaggi, lifestyle e pubbliche relazioni.