Il premio Italia Informa 2022 celebra le eccellenze del Paese

ROMA (ITALPRESS) – “Quello che sappiamo fare bene è risollevarci quando la sorte o i nostri errori ci mettono in ginocchio; quindi, fare tesoro delle cose che non abbiamo saputo o potuto fare bene per fortificarci. Lo abbiamo fatto sempre: non lo dico io, ma la storia del nostro Paese. Quanto più dure sono state le prove che abbiamo affrontato, tanto più abbiamo saputo ripartire. E’ accaduto, duole dirlo, troppo spesso, ma ce l’abbiamo sempre fatta, siamo sempre riusciti, tendendoci la mano l’un l’altro, a guardare al passato non per compiangerci, ma per trarre da esso la convinzione che sappiamo risorgere”. Nelle parole di Germana Loizzi, presidente del gruppo editoriale multimediale Gedecom, stanno motivazione e obiettivi del premio Italia Informa, giunto alla quinta edizione e che questa sera ha visto, a Roma, la consegna degli ambiti riconoscimenti.
“Eppure – ha detto ancora Germana Loizzi, affiancata da Andrea Colucci, direttore editoriale di Italia Informa – due anni e più di pandemia non ci hanno fiaccato, perchè, se lo spirito era provato, la capacità di risollevarci è sempre rimasta intatta. In questi frangenti, con il Paese, con la sua gente, la nostra imprenditoria ha preso un impegno morale, ha fatto capire che avrebbe fatto di tutto, per come ha poi fatto, per vincere questa ennesima sfida e tornare ad essere padroni del nostro futuro senza dovere guardare all’aiuto di altri, necessario, ma non servirà se non saremo pronti a dare e fare tutto quello di cui siamo capaci”.
Prima della consegna dei riconoscimenti, è stato ricordato Giuseppe Bono, per tanti anni presidente di Fincantieri, recentemente scomparso.
Sul palco, per ricevere i premi, sono via via saliti Eugenio de Blasio, founder e Ceo di Green Arrow Capital; Alfredo Goldaniga, founder e Ceo di Pcmi spa; Gianmatteo Manghi, Ceo Cisco Italy; Flavia Mazzarella, Presidente Bper Banca; Michele Crisci, presidente e Amministratore delegato Volvo Car Italia e Presidente Unrae, l’associazione delle Case automobilistiche estere che operano in Italia; Leonardo Massa, Managing director MSC Crociere; Francesco Starace, Amministratore delegato Enel (che si è collegato via streaming da Londra).
Per le categorie speciali, il premio per il Personaggio dell’anno è stato assegnato a Elisabetta Belloni, Direttore Generale Dis; quello alla carriera a Maria Bianca Farina, Presidente Ania; quello per l’economia a Tiziano Treu, Presidente del Cnel.
Al senatore Adolfo Urso, ministro delle Imprese e del Made in Italy, è stato assegnato il premio “Rinascimento Italia”. Urso, nel ricevere il premio e menzionandone l’intitolazione, “Rinascimento”, ha detto che il suo ministero, con la nuova denominazione, vuole sottolineare il valore delle imprese e del Made in Italy, rispetto a quella precedente dello Sviluppo economico che evidenziava il contesto in cui si agisce.
Il ministero, ha aggiunto, ha la mission di “porre al centro il soggetto, cioè, le persone, le imprese e chi le realizza, gli imprenditori, ma anche e soprattutto a chi partecipa a queste imprese e quindi le eccellenze del Made in Italy”.
-foto ufficio stampa premio Italia Informa –
(ITALPRESS).
Fonte e foto: Italpress