FRAMMENTI DI UNA CITTÀ-PORTO, TRA TRADIZIONE E INNOVAZIONE: ROBERTO ROCCO ESPONE A CIVITAVECCHIA

E’ stata presentata presso il Centro La Scaglia”di Civitavecchia, l’esposizione fotografica Civitavecchia Waterfront/Frammenti di una città-porto, tra tradizione e innovazione”,curata da Marco Eugenio di Giandomenico dell’Accademia di Brera. La stessa vuole indagare attraverso l’occhio del fotografo di fama internazionale Roberto Rocco, il rapporto della città con il territorio, con il suo mare ed il suo porto.

In un momento storico difficile come quello che stiamo vivendo, in cui i musei e le gallerie d’arte sono chiusi al pubblico, l’esposizione vuole favorire la diffusione della cultura trasformando “La Scaglia” in un totem della comunicazione e in una vera e propria galleria d’arte 2.0 dove ogni immagine racconta una  storia. Il risultato è un universo visivo sorprendente ed emozionante che mostra il dinamismo versatile di questo grande artista. L’iniziativa va ad inserirsi nella più ampia attività di promozione del rebranding del Centro “La Scaglia” che per richiamare il nuovo logo installerà per l’occasione due container portuali.

Il nuovo logo, caratterizzato appunto dai container, intende raccontare l’importanza, assolutamente centrale, del processo di identificazione, integrazione ed appartenenza del Centro “La Scaglia” con l’area portuale di Civitavecchia e con il suo territorio. I container, da oggi, – afferma la direttrice del Centro Francesca Ferri – entreranno a far parte della nostra identità perché La Scaglia è parte integrante di questa straordinaria realtà: marittima, industriale, commerciale, in continuo fermento ed evoluzione. Siamo tutti legati ad un’unica “rete” e gli scatti di Rocco non fanno che testimoniare questo indissolubile binomio tra tradizione e innovazione.

In Italia il futuro delle più importanti aree industriali dismesse ha spesso a che fare con la relazione tra la città e l’acqua. Zone di forte criticità e di altrettante evidenti opportunità, da anni all’attenzione di politici e investitori privati, anche con progetti strategici, ma senza quei risultati che si riscontrano in capitali internazionali. I progetti si sono tradotti in architettura ed innovazione in città come Marsiglia, Sydney, Amburgo e Londra.

Civitavecchia, pur con le sue evidenti complessità, porta in dote elementi di forte potenzialità per il futuro, con ricadute certe sull’economia e la società. Interessante quindi conoscere a fondo, attraverso questa esposizione, uno spaccato significativo di Civitavecchia, città moderna tra porto, mare e civiltà. Un viaggio nel tempo e nei luoghi, nella storia e nel futuro di una città in piena fase di rigenerazione urbana. Una ricerca, quella di Rocco, che considera determinante la visione di una nuova idea di città, ricca di attrattive proprio perché affacciata sul mare.

Civitavecchia Waterfront – afferma il curatore artistico Marco Eugenio Di Giandomenicoè un’operazione culturale sostenibile” pensata e organizzata dal Centro Commerciale LA SCAGLIA, comprendente varie iniziative di valorizzazione territoriale, dal lavoro di Roberto Rocco a un contest per gli studenti fotografi con l’obiettivo di promuovere un luogo urbano, commerciale e naturale baricentrico di interessi non solo turistici, ma anche politici, militari ed economici nella sua lunga storia pluricentenaria.

I locali del Centro diventano spazi espositivi permanenti delle opere di Rocco, permettendo ai fruitori un tuffo nella grande bellezza” delle immagini dell’artista romano, che ritraggono landscape originali e controversi della zona portuale, del litorale e dei monumenti cittadini. Le immagini esposte, raccontano di aree da sempre vissute come un problema ma nel contempo di processi virtuosi, di iniziative pubblico-private che hanno segnato un cambio di passo, di battaglie vinte che hanno restituito centralità e qualità a luoghi marginali e degradati.

Un lavoro di documentazione incomparabile e dettagliato il suo. Foto perlopiù in bianco e nero dal forte impatto emotivo, che ci trasportano in un viaggio fantastico, visionario e unico come un manifesto sulla vita della città e il suo rapporto con il territorio.

Con questi scatti, Roberto Rocco ci restituisce una Civitavecchia inedita e avanguardistica, ma anche il tema antropologico dello sviluppo e della stratificazione di una città in continua trasformazione.

Un importante partner è l’Istituto Superiore di Fotografia di Roma che parteciperà coinvolgendo gli studenti a realizzare delle foto sul tema “Il rapporto di Civitavecchia ed il Centro La Scaglia”. La migliore foto sarà premiata con un buono da 500 euro da spendere all’interno del Centro e scelta da una giuria composta dal fotografo Roberto Rocco, Anna Macaluso Coordinatrice didattica dell’Istituto e Francesca Ferri direttrice del Centro la Scaglia di Civitavecchia.