Coronavirus, Garante scioperi chiede chiarimenti ad AMA su sicurezza lavoratori

La Commissione di garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, a seguito della proclamazione di uno sciopero in AMA per l’intera giornata del 20 aprile 2020, indetto da Fp Cgil, Fit Cisl, Fiadel e Ugl, ha invitato AMA S.p.A. a fornire precisi chiarimenti su quanto lamentato dalle organizzazioni sindacali, in merito alla mancata osservanza delle misure di sicurezza legate all’emergenza coronavirus, che peraltro fanno parte di un apposito accordo siglato in azienda.

La Commissione, pur ribadendo, come affermato in vari interventi, che la salute dei lavoratori costituisce un bene primario e irrinunciabile, ha invitato le organizzazioni e le rappresentanze sindacali a valutare l’opportunità di una riduzione della durata dello sciopero, anche alla luce dell’esito dei chiarimenti richiesti all’azienda.

In alternativa alla riduzione dello sciopero, le organizzazioni sindacali sono state invitate a predisporre un ampliamento dei servizi minimi, da concordare con l’azienda, anche limitatamente ad alcune aree della città.

Inoltre, considerato il rilievo fondamentale per la collettività del servizio pubblico di igiene ambientale, l’Autorità sugli scioperi ha invitato il Comune di Roma ad adottare ogni possibile iniziativa per garantire la corretta applicazione dei protocolli di sicurezza in AMA, richiamandolo ad un ruolo attivo di vigilanza sulle modalità e sulla qualità del servizio erogato.

Erika Ciancio

Erika Ciancio, giornalista iscritta all’Ordine del Lazio. Inizia la sua carriera presso giornali nazionali di cronaca e politica, specializzandosi nei rapporti di pubbliche relazioni con la stampa per personaggi pubblici, anche del mondo dello spettacolo, professionisti e politici nazionali. Esperta in strategie di comunicazione social, punto di riferimento per molti personaggi nei “piazzamenti” televisivi nazionali, radio, e giornali.