Truffa sui carburanti, 13 indagati e sequestro beni per 25 milioni



Smantellati due gruppi criminali che hanno commercializzato prodotti petroliferi illegalmente introdotti in Italia, per la successiva vendita a basso costo, in evasione dell’Iva e delle accise; e gasolio per uso agricolo e miscele non autorizzate, destinati all’uso autotrazione. L’indagine è stata coordinata dalla Procura europea di Palermo e affidata ai finanzieri di Catania e ai funzionari dell’Agenzia delle accise, delle dogane e dei monopoli della Sicilia. Sequestrati beni per circa 25 milioni di euro riconducibili a 8 società, 2 ditte individuali e 13 indagati. vbo