Squash, Granata “Bilancio positivo, Abodi molto competente”

ROMA (ITALPRESS) – “A livello personale il bilancio di questa nuova avventura è positivo”. Così Antonella Granata, presidente della Federsquash, prima donna nella storia alla guida di una federazione, giudica i primi due anni al vertice di uno sport al quale si è accostata da mamma, accompagnando la figlia ad allenarsi. Eppure, la sua avventura non era iniziata sotto i migliori auspici per via del covid. “Nel marzo 2021 eravamo in una situazione covid piuttosto stringente, malgrado questo siamo riusciti a preservare soprattutto la realtà che ho trovato, il grosso rischio era perdere il movimento in termine di numeri – ha detto in un’intervista all’Italpress -. Da questo punto di vista mi ritengo ampiamente soddisfatta nonostante siamo stati tra gli sport più penalizzati dalle norme visto che il nostro è uno sport di contatto al chiuso ed ha avuto limitazioni per lungo tempo”. L’anno che sta per concludersi “è stato certamente positivo, l’attività di base è potuta riprendere nella maniera tradizionale, i campionati italiani si sono realizzati e ne abbiamo alcuni ancora da fare. Ci sono stati eventi particolari realizzati dalla Federazione come i Giochi Mediterranei di squash per Under 18 nell’ambito di un finanziamento della Regione Calabria colto dall’associazione che opera in quella Regione. Abbiamo realizzato un evento internazionale giovanile, legando l’attività sportiva al turismo, ospitato cinque nazioni con riscontri eccellenti, è riuscito bene. Adesso ci apprestiamo agli Assoluti individuali e poi quelli a squadre” le parole della dirigente calabrese.
Intanto, mondo dello sport ha un nuovo ministro, Andrea Abodi, deciso dal governo Meloni in carica da circa un mese. “Il ministro Abodi l’ho conosciuto ai tempi del Credito sportivo. Ho seguito alcuni suoi interventi nelle fasi successive, ho sempre avuto un’impressione molta positiva come persona, soprattutto, ma anche per le competenze. Credo che aiuterà lo sport italiano, ha come obiettivo principale quello di realizzare una collaborazione tra le varie istituzioni sportive che rappresenta al momento la cosa principale per poter definire meglio i vari profili delle istituzioni ed evitare che ci sia confusione su chi o verso chi rapportarsi anche da parte delle Federazioni”.
– foto Italpress –
(ITALPRESS).
Fonte e foto: Italpress