Rabiot, doppietta Giroud e Mbappè, Francia-Australia 4-1

AL WAKRAH (QATAR) (ITALPRESS) – La Francia non fallisce l’esame Australia. All’esordio ai Mondiali in Qatar, la nazionale di Deschamps vince in rimonta 4-1 e si prende il primo posto del gruppo D dopo il pareggio tra Tunisia e Danimarca. La rete di Goodwin (9′) spaventa i bleus, ma gli ‘italianì Rabiot (27′) e Giroud (32′, 71′), prima di Mbappè (68′), firmano i gol vittoria. La scena però è tutta del bomber milanista che non fa rimpiangere Benzema e aggancia Henry al primo posto dei marcatori di tutti i tempi della nazionale. Un lieto fine che cancella il brutto inizio di gara. I francesi non pressano e lasciano l’iniziativa all’Australia che ne approfitta al 9’. Lancio dalla difesa per Leckie che sfonda sulla destra e serve il cross d’oro per la conclusione vincente di Goodwin. Nella stessa azione si fa male al ginocchio Lucas Hernandez, che lascia il posto al fratello Theo. Due brutte notizie per Deschamps. Ma a differenza dell’Argentina – sconfitta dall’Arabia Saudita -, la Francia non perde la pazienza e non si fa sopraffare dal nervosismo. E prima dello scoccare del 35′ trova la rimonta con due gol tutti targati Serie A: al 27′ Theo Hernandez crossa dalla sinistra, Rabiot svetta di testa e batte Ryan. Al 32′ Mbappè e Rabiot scippano la sfera ad Atkinson, lo juventino entra in area e serve a Giroud una palla comoda da appoggiare in rete. La chance più nitida per il tris ce l’ha Mbappè che a tre metri, con tutto lo specchio a disposizione, spara alto dopo l’assist di Griezmann. Un errore che poteva pesare, perchè al 47′ l’Australia si riaffaccia dalle parti di Lloris: Behich crossa per Irvine che di testa scheggia il palo a portiere battuto. La Francia spinge per il 3-1. Al 68′ Dembelè crossa, Mbappè svetta di testa e stavolta non sbaglia. Al 71′ il fuoriclasse del Psg veste i panni dell’uomo assist. A beneficiarne è Giroud che firma la rete numero 51, come Henry. Ennesima nota positiva di un esordio perfetto per la Francia.
– foto Image –
(ITALPRESS).
Fonte e foto: Italpress