Mulè “Dopo manovra riforme su Welfare e forma di governo”



“Una volta approvata la manovra e messa in sicurezza il Paese con i 21 miliardi dedicati al caro bollette si apre questo cantiere riformista che dovrà interessare la riforma del Welfare e delle politiche attive del lavoro, studiando come superare l’avventura del Reddito di Cittadinanza che non è stato capace di trovare un solo posto di lavoro. Ci concentreremo sul lavoro, sui meccanismi per incentivare le imprese, cercando di cogliere tutti i segnali positivi che riguardano il Made in Italy. Apriremo anche un cantiere costituzionale sulla forma di governo” lo ha detto il vicepresidente della Camera, Giorgio Mulè, a margine dell’inaugurazione della nuova redazione milanese dell’Agenzia di stampa Italpress.
trl/gsl