Luigi Convertini e l’uomo ideale 2023

L’ex gieffino Andrea Casalino è il volto di punta della nuova collezione Uomo 2023 firmata Luigi Convertini. <<Da gennaio sono a capo del settore comunicazione dell’azienda>>, racconta, <<e mi sono dedicato a creare un’immagine nuova e più contemporanea del brand. L’obiettivo è rendere internazionale il prodotto>>.

Attraverso i nuovi abiti, presentati non casualmente mentre a Firenze si apriva la 102esima edizione di Pitti Uomo, la LMC International conferma la sua ineludibile attenzione alla sartorialità made in Italy.

Casalino, da par suo, incarna tutte le caratteristiche dell’uomo a cui la Convertini 2023 si rivolge. Un uomo contemporaneo, che rifugge le etichette e sa come ritagliarsi il proprio posto nel mondo.
E’ perfettamente in grado di dominare lo sguardo indagatore degli altri, l’uomo immaginato da Luigi Convertini per il 2023. Che ama sperimentare e giocare con le tendenze.

Per questo nella collezione LMC International è possibile trovare sia abiti sportivi che eleganti. Di quelli che la classica nomenclatura della moda definirebbe da cerimonia. Per creare uno stile contemporaneo e innovativo, personale e versatile. Che possa in qualche modo raccontare la storia e le aspirazioni di chi lo indossa.

Non abbiamo dubbi: l’uomo Convertini 2023 vive di dettagli. Non solo per le rifiniture quasi maniacali, ma anche per l’utilizzo “narrativo” (ogni pezzo dell’abito è un capitolo della sua storia fino a quel momento) che fa degli accessori. Scarpe, cravatte, papillon e pochette tono su tono, completano un look che trova spesso la sua essenza nei contrasti.

Con la nuova collezione Luigi Convertini si conferma inoltre convinto ambasciatore della sostenibilità; i suoi abiti, per lo più realizzati con tessuti naturali come il lino e la pura lana vergine, sono riutilizzabili in più occasioni e, nei colori, richiamano gli elementi fondanti della Natura: il blu dei mari, il verde degli ulivi, il beige delle pietre.