Imprese, la cattiva burocrazia sottrae 57 mld ogni anno



Dopo 2 anni di crisi pandemica, a cui si sono aggiunte negli ultimi mesi le difficoltà di reperire le materie prime e il caro energia, continua la stretta dell’oppressione burocratica sugli imprenditori. A causa dell’eccessivo numero di adempimenti, di permessi e l’espletamento delle pratiche richieste dalla nostra burocrazia, il costo annuo in capo alle imprese italiane ammonta a 57 miliardi di euro. Lo rileva l’Ufficio studi della CGIA che ha “ricostruito” la dimensione economica di questo fenomeno.
sat/mrv/red