Governo, Meloni “Dubito che la crisi rientri”

ROMA (ITALPRESS) – “Noi non chiediamo le elezioni soltanto adesso, per i sondaggi favorevoli: lo diciamo da tempo, quando c’erano altri numeri. Senza una maggioranza coesa a sostenere il governo, arrivano solo compromessi al ribasso e spreco di risorse. Senza riforme. Tre governi diversi e i risultati li vediamo». A parlare, in un’intervista al Corriere della Sera, è la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. “Tutti i Paesi del mondo – aggiunge – hanno la guerra, la pandemia, ma non si pongono il problema di quando ci sono le elezioni.Non le hanno sospese. Il tema esiste solo in Italia. Le urne non sono buone solo per i giorni di sole. Anzi. Nella tempesta hai bisogno del capitano scelto dall’equipaggio con una rotta e una meta. Basta con l’accanimento terapeutico di questo Parlamento e con i governi che non raggiungono risultati”.
“Dubito che la crisi rientrerà”, aggiunge Meloni che non esclude “che si provi a convincere Draghi a restare o si tenti con altre alchimie. Ma non vedo margini. Sarebbe scandaloso mettere assieme il quarto governo di fila caduto dall’alto solo per far vivacchiare la legislatura. Sarebbe una scelta di gravissima irresponsabilità”. La leader Fdi si augura che la coalizione di centrodestra lavoreri “assieme per vincere e governare”. Il centrodestra “sta assieme per compatibilità, non per necessità. E’ il suo stato naturale. Sui grandi temi la sintesi è facile, molto più dei nostri avversari, che stanno assieme solo per battere le destre. Noi non abbiamo mai detto che ci uniamo per battere la sinistra. Non litighiamo mai sulle grandi questioni del Paese”. E aggiunge: “Non c’è tempo da perdere in riunioni conviviali. Ora forma e sostanza».
-foto agenziafotogramma.it-
(ITALPRESS).
Fonte e foto: Italpress