Emmanuele Tardino: il sosia di Can Yaman alle grandi premiére romane

Periodo ghiotto di prime ed eventi, nel territorio capitolino. Tante le premiére, gli eventi e le anteprime cinematografiche che ogni giorno interessano Roma. E c’è anche lui. Emmanuele Tardino, il sosia di Can Yaman. Avvistato in più di una occasione mondana.

Emmanuele Tardino
Emmanuele Tardino

Ultime, in ordine di tempo, la prima al Teatro Sistina di “Jesus Christ Superstar” e la presentazione del nuovo film ispirato alla saga di Harry Potter, Animali Fantastici – I Segreti di Silente.

Occasioni mondane imperdibili, per il modello siciliano. Che sempre più spesso compare in occasioni importanti come queste, segno di una popolarità crescente e di una carriera in ascesa.

Le cronache lo avevano segnalato come possibile concorrente de La Pupa e il Secchione di Italia1. Tuttavia osservando bene il reality condotto da Barbara D’Urso, non era l’edizione migliore in cui farsi ulteriormente conoscere.

Emmanuele Tardino
Emmanuele Tardino

I suoi tanti fan isolani, ma anche quelli in tutto il resto della penisola, lo avrebbero voluto anche a Temptation Island: tuttavia ad oggi la Fascino prg non sembra intenzionata a fare un passo indietro rispetto alla decisione di sospenderlo almeno per il 2022.

Ma sono tante le novità che riguardano Emmanuele Tardino. Si parla di lui anche come uno degli ospiti di un prossimo Festival Cinematografico in programma sempre nel capoluogo laziale; che stia pensando oltre alla tv, di approdare nel mondo del cinema?

Emmanuele Tardino con l'attore Jonis Bascir ("Un medico in Famiglia")
Tardino con Jonis Bascir (“Un medico in Famiglia”)

Guardandolo non sembra avere poche caratteristiche per riuscirci, soprattutto a cominciare dall’immagine. E in tanti sono convinti che non avrebbe nessuna carta in meno da giocarsi rispetto al suo modello ispiratore, ovvero Can Yaman, che sicuramente a livello mediatico ha fatto presa su milioni di persone ma che dal punto di vista recitativo resta un bravo attore di serial tv senza la pretesa di un David di Donatello.