Allegri “Con la Lazio sarà dura, Vlahovic ancora fuori”

TORINO (ITALPRESS) – “Mi aspetto una partita molto difficile, complicata, contro una Lazio molto forte che sta facendo grandi cose. Sarà una partita bloccata? Magari dopo 10 minuti si sblocca e diventa una partita diversa da quello che ci si può immaginare”. Massimiliano Allegri presenta così la sfida di domani sera all’Allianz Stadium contro i biancocelesti, gara che chiuderà la 15esima giornata di campionato, l’ultima prima della sosta per i Mondiali. “Veniamo da un filotto importante e domani dovremo essere bravi a dare seguito a queste vittorie con un risultato positivo, sapendo che la Lazio è la seconda miglior difesa del campionato e in trasferta ha preso un solo gol. E’ una squadra difficile da battere, le squadre di Sarri sono ben organizzate a livello difensivo e hanno giocatori tecnicamente molto validi”. Il tecnico fa poi il punto sull’infermeria: “Domani mattina dovrò vedere se Locatelli e Cuadrado saranno disponibili, poi farò delle scelte. Vlahovic non se la sente, non sta bene, sta fuori, non è nelle condizioni fisiche per affrontare una partita. Chiesa domani è a disposizione. Di Maria? E’ questione di minutaggio, dovrò decidere se portarlo in panchina e fargli fare un tempo o farlo partire titolare. Alza il livello di qualità della squadra, domani bisogna stare lì con la testa, per la qualità della Lazio è già di per sè una partita pericolosa”. Le cinque vittorie consecutive hanno rilanciato i bianconeri, tornati a essere anche imperforabili dietro. “La mia squadra ideale è quella che vince – ribatte Allegri – A Verona era una partita contro un avversario che con Milan e Roma aveva creato diverse palle gol e siamo stati bravi a interpretarla nel migliore dei modi. Domani sarà una partita completamente diversa. Ritrovato il gusto di difendere? Per difendere bene bisogna metterci più piglio, più attenzione, fare fatica. Dobbiamo migliorare alcune cose nella fase di possesso. La cosa migliore fin qui è lo spirito di squadra che stiamo ritrovando”. E per quanto riguarda la corsa scudetto, aggiunge: “Il Napoli può girare potenzialmente a 53 punti ma nel calcio quello che si dice oggi non vale domani. Pensiamo a fare bene domani sera e poi riprendere per farci trovare nelle migliori condizioni il 4 gennaio”.
– foto LivePhotoSport –
(ITALPRESS).
Fonte e foto: Italpress