Ucraina, Curcio “Criticità principale è certezza numeri profughi”



“La criticità principale è quella di avere una contezza specifica dei numeri dei profughi. Ricordo che non esiste un obbligo per il cittadino che viene da quel territorio di autodichiararsi entro i 90 giorni”. Lo ha detto il Capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, al termine della visita in un hotel di Roma, dove sono ospitati circa 380 rifugiati provenienti dall’Ucraina.
sfe/mgg