Calhanoglu su rigore e autogol De Vrij, Milan-Inter 1-1

MILANO (ITALPRESS) – L’edizione numero 229 del derby della Madonnina termina 1-1, con Milan e Inter che tornano così a casa con un punto a testa. La sfida si sblocca al 10′, con Kessiè che commette un’ingenuità spianando la strada ai nerazzurri. L’ivoriano arretra in area di rigore con il pallone e si fa anticipare da Calhanoglu, con i due che vanno in contatto e l’arbitro che assegna il rigore. Dal dischetto si presenta il fischiatissimo ex di turno, che spiazza Tatarusanu firmando l’1-0 e andando a esultare in maniera provocatoria sotto la curva dei suoi vecchi tifosi. La risposta del diavolo è quasi immediata e arriva al 17′ quando Tonali batte un piazzato morbido dalla sinistra in area che viene involontariamente deviato dentro la propria porta da De Vrij, causando così l’1-1, che rimette il match in parità. Al 25′ nuova frittata difensiva dei rossoneri, targata Ballo-Tourè, che provoca il secondo penalty. Questa volta è Martinez a incaricarsi della battuta ma l’argentino si fa ipnotizzare da Tatarusanu. Al 44′ Ballo-Tourè si riscatta in parte, salvando sulla linea un tiro a botta sicura di Barella. Un minuto dopo Martinez arpiona una palla in area e ci prova di destro ma la sfera esce di un soffio. La prima chance della ripresa è ancora per gli uomini di Inzaghi, con Martinez che all’11’ manca l’impatto col pallone da due passi. Al 27′ è Kalulu a salvare i suoi con un doppio intervento con il corpo su due tentativi consecutivi a botta sicura del neo entrato Vidal. La banda di Pioli fatica a creare pericolo e si fa vedere per la prima volta al 36′ con Ibrahimovic, che su punizione calcia forte verso Handanovic che devia in tuffo. I rossoneri a questo punto si svegliano e sfiorano il vantaggio al 44′, quando Saelemaekers recupera palla a centrocampo, avanza e ci prova con un destro chirurgico che termina sul palo. Pareggio giusto, che porta il Milan di nuovo in vetta, a quota 32, assieme al Napoli, con l’Inter terza a 7 lunghezze di ritardo dalla coppia di testa.
(ITALPRESS).
Fonte e foto: Italpress