Piovono Bombe: il romanzo di Iannaccone tra la Siria e X-Factor

Dall’attualità tragica della guerra in Siria a X-Factor. Un racconto che intreccia la storia di due fratelli, Marta e Diego, alternando la storia di un ostaggio all’ascesa di una star musicale. Piovono Bombe (edito da Les Flâneurs) è il quarto romanzo di Stefano Iannaccone, giornalista e scrittore.

Il libro si muove tra vari flashback e l’evoluzione degli eventi, in uno stile narrativo serrato. Le varie vicende si susseguono con personaggi che appaiono di volta in volta – politici, terroristi, manager – e lasciano il segno nella narrazione. Ma con Marta e Diego sempre in primo piano.
I due, in adolescenza, sembrano inseparabili, poi un evento traumatico li allontana. Così i due fratelli tornano insieme sulle pagine dei giornali, in un’alternanza di tragedia e gossip.

Tuttavia Marta non è una preconfezionata stellina del mainstream musicale, e Diego ha un passato oscuro che monopolizza la sua mente nelle ore interminabili della prigionia. Entrambi dovranno entrambi fare i conti con la propria coscienza e con la società, sondando gli abissi dell’una e dell’altra. E intanto cercare di non soccombere ai propri errori.

Note Bio dell’autore

Stefano Iannaccone, nato ad Avellino, vive a Roma. È giornalista e collabora con PanoramaFanpageLeftNotizie.it e Impakter Italia, spaziando tra inchieste, politica e tematiche ambientali. Nel suo percorso professionale ha scritto anche per Lettera43La Notizia e Ilfattoquotidiano.it. Negli anni scorsi, poi, ha pubblicato tre romanzi, Andrà tutto beneFuori Tempo MassimoStoria di un amore all’anatra e Sotto Tiro, un saggio inchiesta sulle armi in Italia.

Erika Ciancio

Erika Ciancio, giornalista iscritta all’Ordine del Lazio. Inizia la sua carriera presso giornali nazionali di cronaca e politica, specializzandosi nei rapporti di pubbliche relazioni con la stampa per personaggi pubblici, anche del mondo dello spettacolo, professionisti e politici nazionali. Esperta in strategie di comunicazione social, punto di riferimento per molti personaggi nei “piazzamenti” televisivi nazionali, radio, e giornali.