Covid, sushi sicuro con la tecnologia Blockchain

Temperatura corporea sotto controllo di tutti gli addetti, verifica costante delle sanificazioni e delle certificazioni di qualità, garanzia sulla catena del freddo per la conservazione del pesce.

E’ l’innovazione anti Covid lanciata da Daruma, società romana specializzata in sushi e cucina giapponese, attraverso la tecnologia blockchain.

Grazie al contributo della start-up italiana ‘Genuino’, Daruma lancia la certificazione pubblica della qualità dei suoi prodotti e delle misure di sicurezza adottate in tutta la filiera.

Basta scansionare il QR Code presente sul pack, in caso di consegna a domicilio, o sulle pareti dei ristoranti, in caso di consumazione sul posto, e tutti i clienti potranno verificare in tempo reale la temperatura corporea di chi prepara l’ordine e lo consegna, la temperatura media della flotta che consegna a domicilio e le certificazioni di qualità e di sanificazione dei locali, nonché il rispetto della catena del freddo in tutta la filiera.

“La caratteristica di immutabilità del dato, offerta dalla blockchain, può essere considerata come un vantaggio competitivo solo garantendo l’autenticità delle informazioni pubblicate – dichiara Eleonora Mulas, CEO di Genuino -.

Integrando sensori intelligenti nel processo produttivo in grado di scrivere sulla blockchain in modo autonomo senza intermediazione, Daruma garantirà ai suoi consumatori l’autenticità delle informazioni condivise certificando la qualità della sua filiera e delle misure di sicurezza messe in atto per contrastare la diffusione del Covid-19”.

“La Mission del Brand Daruma dal 2003 è sempre stata di fornire ai nostri Daruma Lovers un prodotto di qualità eccezionale, un servizio impeccabile e non ultimo una sicurezza sul prodotto che viene gustato nei nostri ristoranti o nelle proprie case tramite il servizio di consegna a domicilio. – spiegano Dennis ed Alessio Tesciuba, ceo e fondatori di Daruma -.

In un periodo storico così particolare e incerto abbiamo continuato a investire sulla qualità e la sicurezza per i nostri clienti e il nostro staff, grazie alla tecnologia Blockchain riusciremo ancor meglio a tracciare non solo le misure di contenimento applicate, ma anche il rispetto della catena del freddo, tema essenziale per la distribuzione e vendita di prodotti crudi.

Tutto questo sarà visibile a chiunque voglia scansionando un semplice QR code”. https://we.tl/t-k5zdFKLGWI

Erika Ciancio

Erika Ciancio, giornalista iscritta all’Ordine del Lazio. Inizia la sua carriera presso giornali nazionali di cronaca e politica, specializzandosi nei rapporti di pubbliche relazioni con la stampa per personaggi pubblici, anche del mondo dello spettacolo, professionisti e politici nazionali. Esperta in strategie di comunicazione social, punto di riferimento per molti personaggi nei “piazzamenti” televisivi nazionali, radio, e giornali.