Noi, figli del Grande Fratello

Il 14 Settembre di 20 anni fa, alle ore 21, la televisione italiana decise di cambiare per sempre. Daria Bignardi irruppe nei teleschermi di Canale5 dallo studio 1 di Cinecittà insieme a 10 perfetti sconosciuti. Era il punto di non ritorno. L’Uomo qualunque diventava protagonista delle nostre giornate, 24 ore su 24, anche grazie alle dirette della defunta Stream.

La partenza non fu facile, la prima puntata venne battuta da Rai1 che aveva programmato “Fantastica Italiana”.

Ma dopo il primo bacio tra Pietro Taricone e Cristina Plevani, tutte le altre reti si spensero. Fummo tutti presi dalle storie di Rocco e i suoi fratelli. I dati d’ascolto parlano chiaro: la finale venne seguita da 16.019.000 telespettatori, share 59.97%. E alzi la mano chi può affermare di non averlo mai visto. Noi no.