Coronavirus: Rotondi (Forza Italia), “Basta ostentazione di simboli religiosi”

“Lo dico da democristiano: basta con l’ostentazione della religione. E’ un peccato sotto il profilo laico e sotto quello spirituale. Non siamo in politica per la nostra fede, ma a causa di essa, e dobbiamo praticarla come suggeriva Donat Cattin: ‘politici a messa alle sette di sera, quando nessuno li vede,seduti in ultima fila'”.

Lo afferma il deputato di Forza Italia e presidente della fondazione Dc, Gianfranco Rotondi, commentando il dibattito in corso tra i politici sulle messe vietate e l’uso politico dei simboli religiosi.

“Volendo dare un’attenuante a Salvini coi suoi rosari possiamo dire che il primo a usarli fu Scalfaro: in campagna elettorale amava visitare i conventi e puntualmente perdeva dalla tasca un rosario che le suorine commosse gli restituivano. Chissà se il vecchio Oscar approva l’evoluzione salviniana del suo memorabile siparietto”. conclude Rotondi

Erika Ciancio

Erika Ciancio, giornalista iscritta all’Ordine del Lazio. Inizia la sua carriera presso giornali nazionali di cronaca e politica, specializzandosi nei rapporti di pubbliche relazioni con la stampa per personaggi pubblici, anche del mondo dello spettacolo, professionisti e politici nazionali. Esperta in strategie di comunicazione social, punto di riferimento per molti personaggi nei “piazzamenti” televisivi nazionali, radio, e giornali.